Anticipazioni 2 di “Corpo, Immaginazione e cambiamento. Terapia metacognitiva Interpersonale”

Anticipazioni 2 di “Corpo, Immaginazione e cambiamento. Terapia metacognitiva Interpersonale”

Anticipazioni 2 di “Corpo, Immaginazione e cambiamento. Terapia metacognitiva Interpersonale”

Continuiamo con le anticipazioni di “Corpo, Immaginazione e cambiamento. Terapia metacognitiva Interpersonale”.

Cambiare significa sperimentare stati del corpo e della mente diversi. Il semplice riflettere sui propri processi mentali nel tentativo di acquisire nuovi punti di vista, più funzionali, è spesso insufficiente a rompere pattern maladattivi di pensiero e relazione rinforzati dall’esercizio di una vita e ormai cristallizzati. 

La vita lascia tracce nel corpo e non solo nelle idee, nel modo in cui concepiamo le relazioni sociali. Esperienze relazionali ripetute o veri e propri traumi forgiano il modo in cui i visceri, i muscoli e i sensi si organizzano e si dispongono nelle relazioni che viviamo (Ogden, Fisher, 2016; La Rosa, Onofri, 2017; Liotti, Farina, 2011; Porges, 2014; Van der Kolk, 2015).


Lascia un commento