Aggressività e mentalizzazione: possiamo curare il disturbo antisociale?

Aggressività e mentalizzazione: possiamo curare il disturbo antisociale?

Aggressività e mentalizzazione: possiamo curare il disturbo antisociale?

Capire gli antecedenti del comportamento aggressivo è fondamentale per pianificare il trattamento e individuare chi ne può beneficiare. Un fattore candidato a spiegare, in parte, le tendenze aggressive, è la scarsa capacità di mentalizzazione.

di Giancarlo Dimaggio e Patrizia Velotti

 

L’idea è che persone con ridotte abilità di comprendere i propri stati interni, di capire e risuonare con pensieri ed emozioni degli altri, e di avere un atteggiamento mindful sui propri pensieri ed emozioni dolorosi, sarebbero maggiormente prone a reagire aggressivamente a frustrazioni e fallimenti nei loro scopi.

Nello studio “Mindfulness, alexithymia, and empathy moderate relations between trait aggression and antisocial personality disorder traits” apparso sulla rivista Mindfulness, gli autori riportano risultati interessanti.
Per saperne di più (continua): http://www.stateofmind.it/2018/12/aggressivita-mentalizzazione-antisociale/